Alcuni luoghi da visitare a Bielefeld

Rieccomi, dopo aver visitato le prime città che si trovano nelle vicinanze di Paderborn. Avevo cinque giorni liberi. Il primo è stato il 3, in cui si festeggia la riunificazione della Germania: ne ho approfittato per andare da una mia amica tedesca e abbiamo mangiato uno dei cibi tipici, cioè Currywurst e patatine. Credo che la foto renda abbastanza! 😉 È uno dei miei piatti preferiti, insieme ai tanti tipi di pane e dolci offerti dai numerosi panifici che si trovano in ogni angolo delle città in cui sono stato.

Dal 4 al 7, invece, ho trascorso delle giornate meravigliose. Ogni giorno ho potuto visitare posti diversi, parlare tedesco e conoscere meglio i miei compagni di viaggio. È stato anche stancante, tra frenetici cambi di treno e lunghe camminate (la lista dei punti da visitare era piuttosto ampia), ma ne è valsa la pena.

So anche che sto scrivendo con un ritmo diverso dalla mia idea di partenza, cioè magari dei giorni scrivo tanto e altre volte ci sono delle lunghe pause, ma proprio perché ogni giornata è diversa dalle altre ho dei ritmi di pubblicazione variabili. Ci tengo anche a ringraziare chi mi ha scritto, incoraggiandomi ad andare avanti in questo progetto di condivisione della mia esperienza, soprattutto le mie colleghe italiane (mi mancate!!!)

Dopo l’usuale parentesi introduttiva, descrivo la mia prima giornata, trascorsa a Bielefeld. Volevo andarci, sia perché avevo fatto delle ricerche e mi era sembrata una città interessante, sia per incontrare il mio buddy. Ho selezionato le foto dei luoghi più interessanti e, naturalmente, potete leggere qualcosa per ognuno.

Il primo posto è l’Alter Markt, dove si trovano il comune e altri edifici abbastanza antichi. All’interno ho scoperto che la città è stata ricostruita, dopo un terremoto, ha avuto nel corso degli anni una significativa crescita della popolazione ed è diventata anche un importante centro di formazione tramite l’università.
A seguire abbiamo visitato due chiese, una che si chiama “St. Nikolaikirche” e l’altra dal nome “Marienkirche” (in foto).

Il terzo, e per me miglior luogo, è stato il castello di Sparrenberg. Siamo saliti nella torre e da lì abbiamo scattato delle foto del meraviglioso panorama: c’era effettivamente la vista della città a 360 gradi.
Avrei voluto evitare, ma sono stato convinto dalle mie compagne di viaggio, una mostra dedicata agli animali velenosi (posto una foto che mi fa venire i brividi, giusto per darvi un’idea). Siamo stati anche ad una mostra in un museo, dall’aspetto molto contemporaneo, in cui ho trovato dei dipinti molto particolari.

Infine visita ai giardini botanici, in cui ci siamo rilassati e abbiamo scattato delle foto tra meravigliosi colori. Mi sono innamorato di questo giardino, in quanto amo il verde e la tranquillità che solo posti del genere possono offrire.
Presto descriverò la giornata trascorsa a Düsseldorf!

Autore: raffaelechirico

Raffaele Chirico, 22 anni e studente di lingue e culture straniere. Appassionato di lettura, scrittura, nuoto e serie tv. Raffaele Chirico, 22 years old and student of foreign languages and cultures. I like reading, writing, swimming and watching Tv series.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...